Giove, il pianeta della giustizia e dell’equilibrio.

Giove è il quinto pianeta del Sistema Solare in quanto a distanza dal Sole, ma è il più grande in assoluto. Basti pensare che la sua massa corrisponde a quasi 2500 volte la somma della massa di tutti gli altri pianeti sommati assieme.

Questo gigante gassoso dello spazio ha una composizione simile a quella del Sole: idrogeno ed elio, con piccole quantità di ammoniaca, metano, acqua e altre componenti.

Si ipotizza che questo colosso possieda un nucleo solido, probabilmente di roccia. Curioso il fatto che Giove va ad emettere una quantità di energia tre volte superiore a quella che riceve dal Sole.

Questo pianeta è stato conosciuto fin dall’antichità ed ha stato studiato, ammirato, amato, venerato per millenni. In moltissime culture egli ha rappresentato il vertice massimo tra le divinità: per Greci, Romani e Babilonesi su tutti.

Non a caso la sua rappresentazione, dal punto di vista astronomico, è quella di una stilizzazione del fulmine del dio: arma principale di Giove vista come divinità classica.

 

La mitologia legata a Giove

Secondo la mitologia in principio c’era solo il Caos, da esso emerse Gaia, ovvero la Terra. Quest’ultima partorì in proprio Urano, ovvero il Cielo. Terra e Cielo, Gaia ed Urano, si unirono e diedero vita a 18 figli, tra questi Rea e Crono, fratello e sorella, si sposarono tra di loro ed evirarono Urano portandogli via il potere. Da Crono e Rea nacquero diversi figli tra cui l’ultimo Zeus, ovvero Giove.

Crono temeva i figli in quanto sospettava di subire la stessa fine che lui aveva impartito a suo padre perciò li mangiava appena nati. Ma Rea nascose l’ultimogenito a Crono tramite un sotterfugio. Una volta cresciuto, lontano dal padre, Zeus volle prendere il potere del padre e tramite un farmaco disciolto in una bevanda intontì Crono che rigurgitò i fratelli di Zeus che aveva divorato in passato: Estia, Demetra, Era, Ade e Poseidone. Ade, Poseidone e Zeus attaccarono Crono e i Titani grazie anche alla liberazione dei Ciclopi e degli Ecatonchiri che Crono aveva rinchiuso nel Tartaro.

Questa, sommariamente, è la storia della nascita del potere di Giove, la sua salita al ruolo di principale divinità dell’antichità. Da notare che egli è un dio del cielo e dei fulmini che fecondava la terra attraverso la pioggia. Non è dunque un dio creatore, poiché egli era stato a sua volta generato, ma è un dio padre, capo, guida, protettore. I suoi simboli sono la quercia, il toro, l’aquila e, soprattutto, la folgore.

 

Giove in Astrologia

In ambito astrologico ritroviamo moltissime caratteristiche di Giove, sia dal punto di vista fisico che da quello mitologico: l’astrologia infatti raccoglie in sé tutte le caratteristiche di ciò che osserva.

Giove rappresenta infatti la Forza di Espansione e, per compiere il suo giro dello Zodiaco impiega circa 12 anni, quasi un anno per ogni segno. In questo senso Giove rappresenta simbolicamente la fiducia, la ricchezza, la prosperità, la fortuna, l’espansione.

Dal punto di vista dell’anatomia umana e della fisiologia, Giove viene tradizionalmente collegato alla bocca, alla gola, alla lingua, agli occhi, alla circolazione arteriosa e all’ipofisi. Il suo domicilio risiede nei segni del Sagittario e dei Pesci, mentre il suo esilio è in Vergine e Gemelli.

La sua esaltazione si ha nel segno del Toro, la sua caduta invece è nello Scorpione. Il suo lato oscuro, la sua parte “negativa” è collegata al materialismo, all’edonismo e ad un fastidioso atteggiamento paternalistico.

Giove è tutto ciò che cresce e si sviluppa: ogni processo di questo tipo, di maturazione, di inserimento positivo, di autorealizzazione, di atto propositivo, fiducioso e ottimistico si può riportare tranquillamente a Giove. Le sue energie benefiche vengono apportate da Giove a tutti gli altri pianeti che giovano immediatamente di questa influenza.

È bene precisare che l’arricchimento rappresentato simbolicamente da Giove, la sua espansione, non va vista solo dal punto di vista materiale, ma anche da quello spirituale, morale e filosofico. Le energie sottili sono estremamente importanti per vivere un’esistenza felice e Giove espande anche queste: dona la salute, la serenità, la pace interiore, la sensibilità e la capacità di vivere in armonia e con il senso di pienezza.

Questo pianeta così importante è legato a doppio filo all’elaborazione del linguaggio e alla parola (infatti è anche collegato alla bocca e alla lingua), ma anche alla ricerca filosofica di un significato e di uno scopo individuale.

È senza dubbio connesso anche all’ottimismo, alla fiducia, alla speranza, al senso di giustizia, alla filosofia di vita, alla capacità di godere di quello che si percepisce, all’aspirazione, alla crescita individuale, alla ricchezza.

In buona sostanza dove c’è Giove troviamo abbondanza, fertilità, buone occasioni, legalità, religione, elevazione morale e spirituale. Non a caso una persona che ha un carattere propositivo, ottimista e che sa godersi la vita viene definito “gioviale”.

Giove invita con il suo flusso a lasciar perdere i dettagli, a badare alla concretezza, alla vera crescita evitando di perdere tempo su piccolezze che all’interno di un percorso di sviluppo non hanno molta importanza. Questo pianeta ci apre gli occhi, ci invita a puntare ad una prospettiva, a guardare ad un orizzonte ampio, ad alzare la testa per guardare lontano.

Dal punto di vista degli elementi possiamo dire che Giove nei segni d’Acqua infonde fiducia in sé stessi, dona ottimismo ed ha dunque un grosso effetto nella parte emotiva di questi segni. Ai segni di Terra esso invece infonde concretezza, solidità e fa riscoprire l’importanza dell’impegno, della disciplina, in quello che si fa. I segni d’Aria in Giove continuano ad aver bisogno di una spinta, di rassicurazioni, di conferme. Per i segni di Fuoco invece Giove apporta energia e positività che permettono di superare gli ostacoli, di lasciarsi alle spalle i vari problemi.

È interessante notare che Giove nonostante la sua indubbia positività, i suoi aspetti beneauguranti, non è da considerare il “pianeta della fortuna”, ma piuttosto il “pianeta della giustizia e dell’equilibrio”, ed infatti esso ha un ruolo fondamentale nel far raggiungere quello che è giusto ed in armonia con gli obiettivi che fin dalla nascita risiedono nelle nostre fibre.

 

Vedi anche il significato degli altri Pianeti in Astrologia

Tags: Astrologia, I Pianeti