L’Arcano de “Il Mago” nel mazzo Samiramay sviluppato dal talento visivo di Vera Petruk corrisponde al Bagatto del mazzo classico. E’ la prima carta del mazzo, la numero 1.

E’ la carta dell’azione e delle potenzialità, abilità negli affari anche. Questo arcano ci parla di una possibilità, di un mago ancora giovane che potrebbe diventare molto potente.

Il suo problema principale è quello di iniziare, di rompere gli indugi, di andare oltre l’inerzia. Le capacità ci sono tutte ma bisogna intraprendere un percorso importante.

Proprio per queste ragioni potrebbero anche cedere all’imbroglio, al raggiro, all’egocentrismo e magari ad una terribile commiserazione di se stessi.

Questa carta uscita diritta, in sostanza ci suggerisce di iniziare e di continuare con il nostro percorso di crescita consci che “così è in alto, come in basso” e che abbiamo le potenzialità per crescere.

Quando la carta dovesse uscire rovesciata invece bisognerà attingere ai conflitti di questo arcano che sono legati all’ansia, all’imbroglio, all’esitazione e anche alla malattia mentale.

Il Mago del Samiramay Tarot Deck

La figura scelta da Vera Petruk per incarnare l’essenza di questo importantissimo Arcano, è quella di un misterioso mago di cui non si riesce a vedere il viso. Solitamente l’iconografia di questo arcano opta per un mago giovane dall’aspetto piuttosto gioioso.

Nel mazzo Samiramay invece abbiamo un’entità il cui volto è un vuoto totale, nero e profondo, in cui spiccano due occhi gialli. L’abito è una specie di saio con cappuccio, di un viola molto enigmatico e sul petto vi sono riportati dei simboli esoterici in nero.

Davanti al mago vi è un tavolo su cui sono disposti una spada, un coppa e una moneta. La spada è l’oggetto più vicino a chi guarda la carta ed ha l’elsa viola, la moneta è al fianco della coppa, mentre quest’ultima è impreziosita da un simbolo molto particolare: una sorta di stella ad sette punte.

Le braccia del mago sono sollevate sopra la sua testa mentre sorreggono un bastone, che sembra proprio un grande ed importante scettro di potenza.

Nello spazio tra lo scettro e la testa del mago vi è quello che sembra uno zero spaccato: come il simbolo utilizzato per indicare il diametro. Mentre appena sopra il bastone vi è il simbolo che allude all’infinito, una sorta di clessidra posizionata in orizzontale.

Molto interessante lo sfondo dietro a tutto il busto del mago: una sorta di decorazione, che richiama alcune raffigurazioni azteche, in cui si alternano cerchi concentrici gialli e verdi. La parte verde potrebbe sembrare un’allusione ad un serpente, ma nell’ultimo strato esterno si vede che ad alternarsi e ad incastrarsi non sono più dei cerchi ma dei piccoli triangoli.

La figura che emerge nello sfondo, considerato l’ultimo strato di triangoli, non è più quindi una sorta di vortice, ma si intuisce che probabilmente l’allusione è quella di un sole, o di un astro, giallo e verde.

Nel resto della carta sono distribuiti vari simboli inerenti al segno zodiacale, al numero della carta, 1. Vi è anche il rimando ad altri simboli esoterici e la dicitura “The Magician”.

Se ti sei perso gli altri articoli sugli articoli degli arcani del Samiramay, eccoli qui:

–  Samiramay Tarot Deck: The Fool

Se invece sei interessato agli arcani del mazzo Fantasy World Tarot, ecco i link:

Fantasy World Tarot: The Fool
Fantasy World Tarot: The Magician

Tags: Arcani Maggiori, Major Arcana, Samiramay, Samiramay Tarot